Scienza e arte si incontrano nel mercoledì del National Geographic Festival delle Scienze

Il National Geographic Festival delle Scienze, in programma all’Auditorium Parco della Musica di Roma fino a domenica 22 aprile, entra nel vivo. Ad aprire la giornata di mercoledì 18arriva una coppia di cacciatori molto speciale: sono Alessandro Gnucci e Massimiliano Trevisan che, utilizzando esperimenti sorprendenti, compiranno un entusiasmante viaggio attraverso il concetto di onda, “preda” affascinante ma difficile da catturare (ore 9.30 e 11, Teatro Studio Borgna).

Dall’esplorazione dei misteri della fisica, il pomeriggio del Festival si sposta verso l’ambito artistico-culturale con un incontro che si concentra sull’importante ruolo della ricerca nel processo di salvaguardia dei beni culturali. I docenti Alberta Campitelli e Tessa Matteini, insieme alla storica dell’arte Eva Pietroni e all’agronomo Marco Tamaro, illustrano quali aspetti considerare e come assicurare una corretta convivenza tra patrimonio culturale e natura (ore 16, Teatro Studio Borgna). Alle 19, sempre al Teatro Studio Borgna, il verde degli spazi naturali lascia il passo al rosa di cui si tingono le Storie di donne di successo nella scienzaBarbara MazzolaiLucia VotanoMarta Burgay e Barbara Negri dialogano spaziando dalla robotica allo studio delle pulsar passando per la ricerca spaziale e lo studio della materia oscura, con Enrica Battifoglia a fare da moderatrice. Alle 19.30, infine, grande attesa per l’anteprima Genius: Picasso (Sala Petrassi), la nuova stagione della serie National Geographic dedicata al grande artista spagnolo diretta da Ron Howard e Brian Grazer e interpretata da Antonio Banderas (evento a inviti, biglietti al pubblico disponibili in numero limitato).

Mia Immagine

   

E INOLTRE…
Continuano anche gli appuntamenti con i laboratori del programma Educational Kids (con ingresso gratuito dal lunedì al venerdì dalle 15.30 alle 17.30 e il sabato e la domenica dalle 10 alle 18, fino a esaurimento posti). Se sono le onde ad appassionarvi, dopo lo spettacolo della mattina non perdete l’appuntamento con Astrokids: le onde gravitazionali, un viaggio nel nuovo campo dell’astrofisica “multi-messaggera” con piattaforme digitali, giochi on-line ed esperimenti pratici (Spazio Risonanze). Amanti dello spazio? Il National Geographic Festival delle Scienze ha ciò che fa per voi: direttamente da Marte arriva Papù, un pinguino astronauta che ha mandato un video-messaggio di aiuto sulla Terra. Il compito dei piccoli partecipanti diPinguini su Marte (Spazio Risonanze) sarà quello di capire di cosa ha bisogno, imparando così qualcosa di nuovo da mettere in pratica, magari, durante la Missione su Marte in programma all’Artist Corner. E dopo il pianeta rosso, perché non proseguire esplorando tutto l’universo? Grazie a software digitali interattivi e proiezioni “full-dome”, l’attività didattica con il planetario(Spazio Risonanze) permette di provare l’ebrezza di essere circondati da stelle, pianeti e da tutti gli oggetti celesti che compongono il nostro sistema solare. Una vera e propria galassia di esperienze che merita di essere raccontata: come farlo al meglio sarà spiegato dai giornalisti di SkyTG24 che, dal lunedì al venerdì, approfondiranno alcuni dei temi trattati nel corso delle conferenze e insegneranno i trucchi del mestiere per diventare provetti Sky Academy Reporter (ore 10–12.30 e 13.30–16, Sala Ospiti).

Programma

MERCOLEDÌ 18 APRILE

 Educational Kids
Teatro Studio Borgna, 9.30 e 11
SPETTACOLO
CACCIATORI DI ONDE
A cura di Psiquadro, con Alessandro Gnucci Massimiliano Trevisan
Cacciatori di Onde è uno spettacolo di dimostrazione scientifica che utilizza esperimenti sorprendenti e una avvincente narrazione per compiere un viaggio attraverso il concetto di onda.

Teatro Studio Borgna, 16
LA RICERCA NEI BENI CULTURALI TRA PAESAGGI E TECNOLOGIE
A cura di CNR in collaborazione con FONDAZIONE BENETTON
Alberta Campitelli, docente di Gestione dei Musei e del Patrimonio Culturale presso il Master of Art dell’Università LUISS
Tessa Matteini, Professore associato di Architettura del Paesaggio dell’Università di Firenze, direttore di UNISCAPE
Eva Pietroni, Storica dell’arte, ricercatrice presso il Virtual Heritage Lab dell’Istituto per le tecnologie applicate ai beni culturali del CNR.
Marco Tamaro, agronomo, dirige la Fondazione Benetton Studi Ricerche di Treviso
La gestione dei beni culturali, la loro salvaguardia richiedono competenze trasversali. Partendo da questo punto di vista si devono considerare gli aspetti legati al rilievo con mezzi tecnici, ma anche quanto necessario ad una corretta convivenza tra patrimonio culturale e natura. L’intervento di un paesaggista è dunque imprescindibile per assicurare la miglior gestione del verde, che non deve essere inteso solo come un arredo.

Teatro Studio Borgna, 19
STORIE DI DONNE DI SUCCESSO NELLA SCIENZA
A cura di INFN
Barbara Mazzolai, Coordinatrice del Center for MicroBioRobotics di IIT
Lucia Votano, Fisica delle particelle, già direttore dei Laboratori Nazionali del Gran Sasso dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN)
Marta Burgay, Astrofisica italiana. Ricercatrice all’Osservatorio di Cagliari (INAF)
Barbara Negri, Responsabile dell’Unità Esplorazione e Osservazione dell’Universo dell’ASI
Introduce e modera Enrica Battifoglia, Giornalista Scientifica
Nel dialogo tra quattro scienziate, il racconto di affascinanti storie di successo in settori che spaziano dalla robotica allo studio delle pulsar, dalla ricerca spaziale allo studio della materia oscura nei laboratori sotterranei del Gran Sasso. Un dialogo tra ricercatrici che alla passione hanno saputo unire forza e determinazione, ricoprendo ruoli di grande responsabilità scientifica e ricevendo riconoscimenti a livello internazionale.

Sala Petrassi, 19.30
Evento a inviti, biglietti al pubblico disponibili in numero limitato. Ingresso gratuito con ritiro obbligatorio voucher on line su auditorium 5 aprile alle ore 11
SPETTACOLO ANTEPRIMA GENIUS: PICASSO
La nuova stagione della serie National Geographic dedicata a Pablo Picasso, diretta da Ron Howard e Brian Grazer ed interpretata da Antonio Banderas. La serie esplora la carriera artistica di Pablo Picasso che ha interpretato il mondo dell’arte in un modo totalmente nuovo e decisamente poco ortodosso, alle prese con la reinvenzione costante della nostra percezione dell’arte e della creatività. A Interpretarlo Antonio Banderas, attore spagnolo di fama mondiale, nato e cresciuto a Malaga proprio come Picasso. In onda su National Geographic (Sky, 403) dal 10 maggio ogni giovedì alle 20.55.

L’articolo Scienza e arte si incontrano nel mercoledì del National Geographic Festival delle Scienze sembra essere il primo su Meteo Web.

 

Mia Immagine