Born to the Blade è il Game of Thrones delle serie audio

born to the blade

Sette regni che abitano nel cielo hanno risolto per secoli le loro controversie affidandosi a duelli fra maghi spadaccini chiamati Warder. Ma questo equilibrio finirà ben presto, quando cioè l’impero di Mertikan tenterà di conquistare le altre nazioni, le quali però a loro volta sono messe ognuna dai propri interessi e dalle proprie lotte di potere. Se questa vi sembra la trama della nuova serie tv erede di Game of Thrones ci siete andati vicino: in realtà è una serie audio che sta spopolando negli Stati Uniti proprio fra i fan di Westeros e non solo.

Mia Immagine

   

Born to the Blade, questo il titolo, è una serie fantasy che è recentemente sbarcata su Serial Box, la piattaforma dedicata ai racconti seriali, siano essi in forma scritta o di podcast. A ideare la storia è Michael R Underwood, scrittore di libri fantasy dai titoli quali Geekomancy o Genrenauts, che si è subito adattato alla forma dell’audiolibro: “Le descrizioni non sono il mio forte, non mi soffermo molto. Preferisco concentrarmi su azioni e dialoghi“. L’autore si è avvalso di un team di sceneggiatori per delineare la complessità delle vicende, dai sistemi politici dei vari regni all’abbigliamento delle varie categorie coinvolte.

Sul sito io9 è possibile ascoltare un estratto dal sesto capitolo (in inglese). Born to the Blade sta facendo molto parlare di sé e partecipa in qualche modo al momento d’oro che stanno vivendo, negli Stati Uniti in particolare ma progressivamente anche nel resto del mondo, gli audiolibri e podcast, ovvero produzioni seriali esclusivamente da ascoltare e che si affiancano al già diffuso binge watching di serie televisive.

The post Born to the Blade è il Game of Thrones delle serie audio appeared first on Wired.

 

Mia Immagine