Ricerca: una mostra sulla lunga strada italiana

Una mostra per raccontare la ricerca italiana nel mondo, dal Rinascimento ai giorni nostri, nei diversi campi: dall’ambiente allo spazio,dall’alimentazione ai beni culturali e alla salute. Ad inaugurarla, oggi alla Farnesina in occasione della Giornata della ricerca, e’ stato il ministro del Miur, Valeria Fedeli.

La mostra ‘Italia: la bellezza della conoscenza’ e’ promossa e finanziata dalla Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese del MAECI e realizzata tramite il Consiglio Nazionale delle Ricerche con il contributo dei quattro musei scientifici italiani di rilievo internazionale: Fondazione IDIS – Citta’ della Scienza di Napoli, Museo Galileo di Firenze, Museo delle Scienze di Trento e Museo della Scienza e della Tecnologia “Leonardo da Vinci” di Milano che hanno raccolto elementi,immagini e oggetti da Universita’, Centri di ricerca e imprese innovative.

Mia Immagine

   

I pannelli dell’esposizione raccontano come l’Italia vanti primati scientifici e tecnologici di assoluto valore, sia ottava al mondo per numero di pubblicazioni scientifiche e i suoi scienziati siano coinvolti in tutti i grandi esperimenti internazionali. Al lavoro sui ghiacci polari e sulle navi oceanografiche, nelle industrie hi tech e nelle start up innovative, nei centri di ricerca e nei laboratori piu’ avanzati, i ricercatori italiani si distinguono nel mondo per preparazione e creativita’.

La mostra presenta la ricerca italiana e i suoi attori attraverso attraverso testimonianze evocative che rappresentano, spiegano i curatori,”il contributo dato dal nostro Paese alla grande avventura del sapere e dello sviluppo tecnologico, una lunga strada di ricerca e bellezza, scoperte e innovazione”. L’esposizione rimarra’ alla Farnesina fino al 20 aprile. Subito dopo partira’ per un tour mondiale con tappe in Egitto, India e Singapore.

L’articolo Ricerca: una mostra sulla lunga strada italiana sembra essere il primo su Meteo Web.

 

Mia Immagine