Regno Unito, cambiare i pannolini è diventato un lavoro

Cambiare i pannolini dei neonati nel Regno Unito è diventato un lavoro: un sito britannico per genitori sta infatti reclutando dei professionisti per fare il “lavoro sporco”.

Il servizio è pensato per genitori che sono troppo impegnati o che sono felici di lasciare questo compito a qualcun altro dietro pagamento.

Mia Immagine

   

Tutto è iniziato il primo aprile come uno scherzo. La piattaforma Childcare.co.uk aveva infatti lanciato la pubblicità del finto “Nanny 999”, il servizio di cambio pannolini, ma la risposta degli utenti è stata talmente positiva che hanno deciso di trasformarlo in realtà.

“Abbiamo avuto un aumento delle richieste di aiuto con il cambio pannolini sulla nostra piattaforma e adesso stiamo offrendo un servizio che risponda a tutte le emergenze in merito”, hanno scritto sul loro sito i gestori di Childcare.

“È il primo servizio al mondo su richiesta e in stile Uber per il cambio pannolini. Siamo sempre alla ricerca di nuovi modi per rendere la vita dei genitori più facile – quindi oggi lanciamo ‘Nappy 999’ un servizio in stile Uber e di aiuto reciproco per il cambio dei pannolini!

Siamo disponibili sempre, ovunque.

Ogni cambio costa 5 sterline e vi risponderemo con Nappy 999 in 10 minuti, in qualsiasi zona del Regno Unito. Il prezzo include anche il costo di pannolini puliti e lo smaltimento di quelli sporchi”, hanno scritto i gestori della piattaforma su Facebook.

“L’idea è nata come Pesce d’aprile “, spiegano, “ma dopo aver raggiunto più di 400mila visualizzazioni sui social media ed essere stati inondati di commenti dalle persone che pensavano che fosse una grande idea, abbiamo deciso di lanciare davvero questo servizio!”

Ogni cambio costerà 5 sterline e lo “stile Uber” permetterà agli addetti al cambio pannolini di rispondere alle richieste che ricevono nel giro di 10 minuti in tutto il Regno Unito.

Per poter svolgere questo lavoro, però, ci sono dei requisiti che vanno rispettati.

Childcare.co.uk infatti assume solo persone che non hanno precedenti penali e con almeno un anno di esperienza nel settore dei servizi per l’infanzia.

“Stiamo già ricevendo centinaia di domande di lavoro”, riferiscono i gestori del sito Childcare.

I genitori hanno espresso la loro eccitazione per il nuovo servizio attraverso i commenti sui social.

“Se non fosse un Pesce d’aprile spenderei una fortuna in questo servizio”, ha scritto un utente.

“Chiedete a qualsiasi genitore quale lavoro odiano di più, e vi garantiamo che cambiare i pannolini è al primo posto nella lista”, ha affermato Richard Conway, co-fondatore di Childcare.co.uk.

“Volevamo fare qualcosa che caratterizzasse questo il Primo aprile di quest’anno e che fosse uno scherzo divertente, ma non potevamo immaginare che avremmo avuto questo risultato, chi avrebbe immaginato che cambiare i pannolini è un servizio davvero richiesto?”

“Molti genitori ci hanno detto che vorrebbero assumere qualcuno per cambiare i pannolini dei loro figli e adesso possono avere questo servizio”.

“Abbiamo già più 100 persone che si sono proposte per questo servizio, ma siamo ancora lontani dal riuscire a rispondere in 10 minuti alle richieste di ogni famiglia nel Regno Unito, per questo abbiamo bisogno di più persone”.

The post Regno Unito, cambiare i pannolini è diventato un lavoro appeared first on TPI.

 

Mia Immagine