Liegi-Bastogne-Liegi 2018: il percorso ai raggi X. Tutte le Cote della Doyenne

La Liegi-Bastogne-Liegi, domenica, chiuderà la stagione delle grandi classiche. La quarta Monumento della stagione, di fatto, chiude la prima parte dell’annata ciclistica e proietta protagonisti e appassionati verso l’estate e di conseguenza i grandi giri, che saranno assoluti protagonisti (pur con qualche eccezione, sia chiaro) fino a settembre e di conseguenza al Mondiale. Giunta all’edizione 104, andiamo a scoprire il percorso della classica delle Ardenne per eccellenza.

La partenza come di consueto sarà data a Liegi e già nei primi chilometri il percorso presenta strada vallonata ma non per questo impegnativa. La prima côte vera e propria sarà la salita di Bonnerue, 2 chilometri e 400 metri al 6% di pendenza media, al chilometro 72. Dopo altri 18, il gruppo doppierà Bastogne per cominciare la risalita verso Liegi, o meglio Ans, dove è posto il traguardo. La seconda ascesa di giornata sarà la celebre Côte de Saint-Roch, che con il suo chilometro oltre il 10% di media che si arrampica tra le casa offre spesso immagini suggestive del gruppo. La corsa, però, inizierà ufficiosamente al chilometro 152 dei 258 previsti con i 4 chilometri in salita della Côte de Mont-le-Soie, che precede di qualche chilometro la tripletta composta da Côte de Pont (1 chilometro, 10%), Cote de Bellevaux (1,5 chilometri, 5,2%) e Côte de la Ferme Libert (1,2 chilometri, 12%) che potrebbe creare una prima selezione in gruppo. A circa 60 chilometri dall’arrivo, altra asperità: il Col du Rosier, più lungo e con pendenze meno arcigne dati i suoi oltre 4 chilometri ad una pendenza media prossima al 6%. Chiude questa fase di corsa il Col du Maquisard, 2500 metri al 5% di pendenza media che non dovrebbero lasciare il segno.

Mia Immagine

   

Attenzione, però, a quanto viene dopo. Discesa e si entra negli ultimi 40 chilometri, che di fatto coincidono con l’inizio della Côte de la Redoute, salita simbolo della corsa con i suoi 2 chilometri sostanzialmente al 9% di media che potrebbero mettere in croce le gambe degli uomini meno preparati. Dopo lo scollinamento ci sarà una fase di saliscendi a precedere la Côte de la Roche-aux-faucons, altri 1300 metri all’11% il cui scollinamento è posto a 19 dall’arrivo. Una volta superato, però, la strada continuerà a salire e ci sarà ancora spazio per provare ad attaccare prima delle ultime due salite di giornata.

La prima, che ha scritto la storia recente di questa corsa, è la Côte de Saint-Nicolas, che termina a 5 chilometri e mezzo dal traguardo. Un attacco sulle rampe di questa ascesa potrebbe anche essere decisivo, dati i 1200 metri all’8,6% di media che consentono di fare la differenza. Negli ultimi anni, però, la corsa si è sempre decisa sulla Côte d’Ans, che porta gli atleti al traguardo. Oltre un chilometro in costante ascesa, anche se non durissima. Un rettilineo che sembra infinito e che spiana solo nel finale prima dell’ultima curva a sinistra che immette nel rettilineo conclusivo, di circa 200 metri. Avere la gamba giusta in questo momento di gara può fare la differenza tra la vittoria e la sconfitta.

L’altimetria

Tutte le Côte della Liegi-Bastogne-Liegi 2018

Côte de Bonnerue Km 72 2.4 Km, 5,8%
Côte Saint Roch Km 109 1.0 Km, 11.2%
Mont-le-Soie Km 152 4.0 Km, 6,1%
Cote de Pont Km 168 1 Km, 9.6%
Cote de Bellevaux Km 172 1 Km, 6.4%
Côte de la Ferme Libert Km 180 1,2 Km, 12.15%
Col du Rosier Km 198 4,4 Km, 5.9%
Col du Maquisard Km 211 2,5 Km, 5%
Côte de la Redoute Km 222.5 2 Km, 8.9%
Côte de Hornay Km 239 1,3 Km, 11%
Côte de Saint-Nicolas Km 253.5 1,2 Km, 8.6%




CLICCA QUI PER TUTTI GLI ARTICOLI DI CICLISMO

Twitter: @Santo_Gianluca

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Fotyo: By Utilisateur:Bel Adone (French-language Wikipedia) [Public domain], via Wikimedia Commons

 

Mia Immagine