Prevenzione della corruzione e Whistleblowing, il Comune di Avezzano attiva la tutela del dipendente che fa segnalazioni di illeciti

  

Mia Immagine

Le ultime dal Comune di Avezzano | Avezzano – 15 febbraio 2018. Il Comune di Avezzano ha attivato il sistema applicativo per la gestione delle segnalazioni degli illeciti nella Pubblica Amministrazione. Avezzano è uno dei primi Comuni della Provincia che ha scelto di seguire le direttive del Piano nazionale anticorruzione (Pna), che prescrive per le pubbliche amministrazioni, l’adozione di necessari accorgimenti tecnici per dare attuazione alla tutela del dipendente che effettua le segnalazioni di eventuali illeciti. Il progetto è stato fortemente voluto dalla segretaria comunale Manuela De Alfieri, responsabile dell’attuazione del piano triennale di prevenzione della corruzione del Comune. In particolare, in linea con quanto stabilito dalla Determinazione n.6 del 28 aprile 2015 “Linee guida in materia di tutela del dipendente pubblico che segnala illeciti (cosiddetto Whistleblower)”, il sistema applicativo di gestione delle segnalazioni, permette di: -gestire le segnalazioni in modo trasparente attraverso un iter procedurale definito e comunicato all’esterno con termini certi per l’avvio e la conclusione dell’istruttoria, -tutelare la riservatezza dell’identità del dipendente che effettua la segnalazione, -tutelare il soggetto che gestisce le segnalazioni da pressioni e discriminazioni, dirette e indirette, -consentire al segnalante, attraverso appositi strumenti informatici, di verificare lo stato di avanzamento dell’istruttoria. E’ quanto viene riportato in un comunicato diramato, in giornata, dal servizio informazione del Comune di Avezzano. I dettagli della nota, della quale viene qui riportato l’intero contenuto testuale, sono stati resi pubblici, alle 12, anche sulle pagine del portale web del Comune di Avezzano, sul quale e’ stata rilanciata la notizia. Il sistema garantisce inoltre di identificare correttamente il segnalante, acquisendone, oltre all’identità, anche la qualifica e il ruolo; separare i dati identificativi del segnalante dal contenuto della segnalazione, prevedendo l’adozione di codici sostitutivi dei dati identificativi, in modo che la segnalazione possa essere processata in modalità anonima e rendere possibile la successiva associazione della segnalazione con l’identità del segnalante nei soli casi in cui ciò sia strettamente necessario; non permettere di risalire all’identità del segnalante se non nell’eventuale procedimento disciplinare a carico del segnalato: questo in virtù del fatto che l’identità del segnalante non può essere rivelata senza il suo consenso, a meno che la sua conoscenza non sia assolutamente indispensabile per la difesa dell’incolpato come previsto dalla legge (art. 54-bis, co.2, del d.lgs 165/2001); mantenere riservato, per quanto possibile, anche in riferimento alle esigenze istruttorie, il contenuto della segnalazione durante l’intera fase di gestione della stessa. Nei prossimi giorni tutto il personale in servizio al Comune di Avezzano sarà formato sull’utilizzo della piattaforma e sarà invitato ad effettuare la registrazione sul sistema. Per info: www.isweb.it | A cura della Redazione web AN24. Fonte: nota diramata dall’ufficio stampa del Comune di Avezzano.

Mia Immagine

Prevenzione della corruzione e Whistleblowing, il Comune di Avezzano attiva la tutela del dipendente che fa segnalazioni di illeciti
AbruzzoNews24

Mia Immagine