500 euro di Renzi per il concerto di Laura Pausini: notizia verosimile, ma non vera

  

Mia Immagine

pausini_concerto_2016

Martedì 13 febbraio alle 21:30 la pagina Facebook Matteo Renzi News pubblica un post in cui – attribuendo la dichiarazione a un “ragazzo di 18 anni” non meglio precisato – scrive “se non fosse stato per le 500 euro di Renzi io non sarei riuscito a coronare uno dei miei sogni più grandi, cioè incontrare Laura Pausini ed andare ad un suo concerto”.

Mia Immagine

Il post, che al momento sfiora le 3mila condivisioni, ha suscitato una lunga ondata di reazioni e commenti sui social, soprattutto da parte di chi si è detto perplesso per la notizia in sé e di chi crede si tratti di una bufala.

pausini_facebook
Il post condiviso su Facebook

Ma la notizia è vera o falsa? Partiamo da ciò che, probabilmente, interessa di più gli elettori, dato che ovviamente il post si inserisce a pieno titolo nella campagna elettorale: si tratta di una notizia verosimile. L’iniziativa 18app, che interessa i neo-maggiorenni che hanno compiuto il diciottesimo anno dal novembre 2016 in poi e riconosce un bonus cultura da 500 euro, effettivamente trova applicazione anche all’interno di portali come TicketOne.

Qui, ad esempio, si può spendere il buono acquistando biglietti per cinema, teatro, mostre, musei e concerti. (Che ci fossero anche i concerti, tra l’altro, era già noto da tempo: ne avevamo parlato anche qui su Wired). Nella sezione dedicata ai concerti, in particolare, si trovano al momento oltre un migliaio di eventi. Per i fan di Laura Pausini, attualmente sono disponibili i biglietti per gli spettacoli di sabato 21 luglio e domenica 22 luglio 2018 al Circo Massimo di Roma, oltre che per il tour internazionale in programma nel mese di ottobre.

Dunque è vera la condivisione sui social, è corretto che con il bonus cultura si possono acquistare biglietti per i concerti, è verificabile che tra gli artisti c’è anche Laura Pausini. Tutto giusto, quindi?

Non proprio tutto, perché la notizia in sé, seppur plausibile, contiene dettagli molto probabilmente falsi. Perché, a meno che il fantomatico ragazzo diciottenne non abbia parlato al passato riferendosi a un evento futuro, al concerto di Laura Pausini con il bonus cultura non può esserci andato. Come mai? Perché da quando il bonus è attivo non ci sono stati concerti di Laura Pausini.

Il bonus cultura è attivo dal 3 novembre 2016, ma le ultime date dei concerti sono state nel giugno dello stesso anno: il 4 e il 5 a Milano (San Siro), l’11 a Roma (Olimpico) e il 18 a Bari (Arena della Vittoria). Come ha precisato Giornalettismo, un concerto successivo si è tenuto a Imola il 4 ottobre dello stesso anno, ma la data è comunque precedente all’attivazione del bonus cultura e all’evento hanno partecipato solo 200 iscritti al fan club di Laura Pausini senza che ci fosse una vera vendita dei biglietti. In ogni caso, da quando l’iniziativa dei 500 euro è attiva, non si sono tenuti concerti pubblici.

Qui su Wired abbiamo voluto fare qualche controllo in più, e abbiamo trovato ulteriori dettagli utili a capire come stiano le cose. Attraverso potentissimi strumenti informatici (un semplice motore di ricerca inversa per immagini), abbiamo verificato che la foto contenuta nel post su Facebook è stata pubblicata il 7 giugno 2016 da Il Messaggero in una gallery fotografica dedicata al concerto di Laura Pausini tenuto pochi giorni prima a Milano. Nella gallery l’immagine è la numero 14, e resta da stabilire solo se si tratti del concerto del 4 giugno 2016 o di quello del 5 giugno 2016, dato che entrambi si sono svolti nello stadio di San Siro.

pausini_concerto_renzi_18app
(Foto: Il Messaggero, ritagliata)

Anche se la vicenda raccontata nel post è del tutto realistica (sarebbe stato sufficiente cambiare artista per creare un racconto vero), dobbiamo presumere che il ragazzo diciottenne a cui è attribuita la citazione non esista, e che dunque la dichiarazione sia un’invenzione.

Poi, per essere pignoli, si potrebbe discutere anche del perché usare l’aggettivo “le” per parlare di “500 euro” (quale sarebbe la parola femminile?). Oppure, ancora, ci si potrebbe chiedere quale modello culturale si stia promuovendo quando si afferma che andare a un concerto di Laura Pausini equivalga non solo a un’iniziativa culturale (la cultura musicale è pur sempre cultura) ma addirittura a “coronare uno dei sogni più grandi”. Ma queste sono altre storie.

The post 500 euro di Renzi per il concerto di Laura Pausini: notizia verosimile, ma non vera appeared first on Wired.

Mia Immagine